ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nessuna rivendicazione per l'attentato contro il suv dell'ambasciata Usa in Libano. Hezbollah condanna.

Lettura in corso:

Nessuna rivendicazione per l'attentato contro il suv dell'ambasciata Usa in Libano. Hezbollah condanna.

Dimensioni di testo Aa Aa

Non si sa ancora chi c‘è dietro l’attentato anti-americano a Beirut, in Libano, dove un auto bomba e’ esplosa al passaggio di un fuoristrada dell’ambasciata statunitense, uccidendo tre civili e ferendo altre otto persone.

L’esplosione e’ avvenuta intorno alle 16 ora locale nella periferia nord della capitale. Per la potenza dello scoppio l’autobomba e’ stata scagliata all’interno del cortile di un magazzino, ma il blindato dell’ambasciata, andato a sbattere contro un garage, e’ stato solo danneggiato.

“Gli stessi che vogliono un Libano senza presidente della repubblica – ha detto il minbistro delle comunicazioni antisiriano Marwan Madeh – stanno cercando di privare il Paese delle rappresentanze diplomatiche colpendo i funzionari delle ambasciate”

Ma anche Hezbollah, per bocca del suo leader Hassan Nasrhallah, condanna con forza l’attentato, indipendentemente da chi fosse l’obiettivo o dallo scopo, dice, specie di fronte a vittime innocenti.

Due dei tre civili uccisi erano sull’auto che seguiva il suv dell’ambasciata. Il terzo, un siriano, era a bordo di una moto.

La settimana scorsa, una bomba aveva ferito tre soldati della Unifil, a Sidone.

Intanto in parlamento, maggioranza antisiriana e Hezbollah continuano a non trovare un’accordo sull’elezione del nuovo presidente della Repubblica.