ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ampia vittoria per Romney nelle primarie in Michigan, si riapre la partita in campo repubblicano

Lettura in corso:

Ampia vittoria per Romney nelle primarie in Michigan, si riapre la partita in campo repubblicano

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima vittoria e in casa per Mitt Romney. L’ex governatore del Massachussetts, finora in seconda posizione, ha conquistato il Michigan nelle primarie dei repubblicani. Figlio dell’ex governatore di questo Stato dove è nato e cresciuto, il milionario uomo di affari aveva fatto campagna promettendo il suo pieno sostegno al settore automobilistico in crisi.

“Questa notte segna l’inizio della rimonta”, ha detto Romney, “una rimonta per l’America. Solo una settimana fa una vittoria come questa sembrava impossibile, ma poi avete detto all’America quello che aveva bisogno di sentire”.

La sua vittoria riapre i giochi in campo repubblicano: Romney ha vinto con nove punti di vantaggio, 39 contro 30, su John Mc Cain, che aveva portato a casa i voti del New Hampshire.
“Pensavamo che questa campagna sarebbe stata più facile dopo il New Hampshire, ma ora ci siamo abituati bene anche alle sfide difficili e vi abbiamo dimostrato che non temiamo la lotta, ma ci siamo dentro fino al collo”, ha detto dalla Carolina del Sud il senatore dell’Arizona e veterano di guerra.

Uno Stato a testa dunque per tre candidati tra cui Mike Huckabee, vincitore in Iowa: il pastore battista è arrivato terzo in Michigan conquistando assieme a Romney l’elettorato evangelico. Risultato magro invece per Rudolph Giuliani: solo il 3 per cento dei voti per l’ex sindaco di New York.
Ora i repubblicani si preparano a contendersi sabato il Nevada e la Carolina del sud.