ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al via "Octopus", il gruppo di lavoro che dovrà trovare una via d'uscita alla crisi in Belgio.

Lettura in corso:

Al via "Octopus", il gruppo di lavoro che dovrà trovare una via d'uscita alla crisi in Belgio.

Dimensioni di testo Aa Aa

Il leader fiamingo Ives Le Terme ha dato il via, in Belgio, ai negoziati tra francofoni e fiaminghi. Una trattativa sulle riforme istituzionali dalla quale dipende la sorte del Paese, travolto da una crisi politica iniziata dopo le elezioni di giugno.

Il gruppo di lavoro, denominato “octopus” dal numero dei partiti rappresentati, dovrà trovare un nuovo equilibrio di poteri tra le differenti comunità linguistiche. Ma “octopus” ha tempo fino al 23 marzo data in cui scade il mandato del liberale fiamingo Guy Verhostadt alla guida di un governo provvisorio.

“Il Belgio ha diritto a un governo e ad una maggioranza responsabile – ha dichiarato Le Terme, possibile futuro premier – Se dovessimo fallire avremmo perso un’occasione”.

Si cerca dunque un nuovo equilibrio tra il governo centrale e le 3 regioni del paese: le Fiandre, la Vallonia e Bruxelles. Obiettivo: concedere ai fiaminghi, il 60% della popolazione, una maggiore autonomia e garantire ai francofoni la gestione di un forte potere centrale.

Nei mesi scorsi, la piazza ha chiesto a gran voce alla classe dirigente di risolvere la crisi piu’ grave che la storia del Belgio ricordi.