ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia, le proteste costringono il Papa ad annullare la visita alla Sapienza

Lettura in corso:

Italia, le proteste costringono il Papa ad annullare la visita alla Sapienza

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Papa annulla la visita di giovedì all’Università La Sapienza di Roma, a seguito – fa sapere la sala stampa vaticana – delle “ben note vicende” degli ultimi giorni: vedi le proteste degli studenti e la contrarietà di una parte del corpo docente.

Ma la decisione non stempera le polemiche e anzi le estende a tutta la classe politica: i partiti di opposizione accusano il centrosinistra di essere d’accordo con chi ha voluto zittire il Papa. Di errore parla il segretario del Partito democratico Walter Veltroni, tra gli invitati alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico, mentre il premier Romano Prodi esprime solidarietà al Pontefice.

La mobilitazione degli studenti era culminata nel pomeriggio con l’occupazione del Rettorato, ma a dare l’avvio era stata una petizione firmata da 67 scienziati e ricercatori. Tra questi, anche il professore di fisica Marcello Cini: “Ci stiamo avvicinando un po’ troppo a quegli stati in cui c‘è un’autorità religiosa che dice ai cittadini quello che devono fare”.

Impegnati in sit in e cortei goliardici, gli studenti restano divisi tra chi interpreta il dietro front come una vittoria e chi invece si interroga sulle ragioni della protesta.

“Questa è un’università laica e il Papa qui non ha niente da dire”.

“Mi chiedo: se avesse dovuto venire un rabbino o un imam, avremmo reagito nello stesso modo? Non ci vedo niente di male se il Papa viene qui a parlare in una chiesa, non pretendeva di intervenire a una lezione di legge, e comunque era stato invitato”.