ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gordon Brown vuole un impegno totale della Gran Bretagna nell'Unione europea

Lettura in corso:

Gordon Brown vuole un impegno totale della Gran Bretagna nell'Unione europea

Dimensioni di testo Aa Aa

Il primo ministro britannico ha lanciato l’appello a impegnarsi a fondo in Europa davanti a una platea di uomini d’affari riuniti a Londra. Considerato più euroscettico di Blair, ha sorpreso l’invito di Brown a fare dell’Unione il motore del cambiamento nell’economia globalizzata.

“Quando dico che l’Unione europea è la chiave del successo economico del Regno Unito – ha detto Brown – è perché l’Europa conta oggi per il 60% del nostro commercio. 700 mila imprese britanniche hanno relazioni commerciali con l’Europa. Tre milioni e mezzo di posti di lavoro dipendono dall’Europa. E nella rapidità dettata dalla globalizzazione i nostri scambi con l’Europa sono in crescita il che vuol dire che l’Europa è sempre più importante per il futuro della Gran Bretagna. Far parte dell’Unione europea fa bene alla Gran Bretagna. E la Gran Bretanga fa bene all’Europa”.

Brown ha parlato anche del trattato di Lisbona che sarà ratificato per via parlamentare, per non rischiare una bocciatura referendaria di una popolazione in maggioranza ostile a dare maggiori poteri a Bruxelles.

Secondo il premier britannico l’approvazione del trattato permetterà stabilità, crescita, competitività e occupazione.