ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Malta, ai festeggiamenti per l'adesione all'euro, Barroso difende la moneta unica.

Lettura in corso:

A Malta, ai festeggiamenti per l'adesione all'euro, Barroso difende la moneta unica.

Dimensioni di testo Aa Aa

Malta festeggia questo fine settimana l’ingresso nel sistema euro, avvenuto, uffcialmente, il primo gennaio. Il cambio è stato fissato a 1 euro per 0,493 lire maltesi. La vecchia moneta è finita nel dimenticatoio dopo 35 anni di onorato servizio.

Il governo dell’isola ha invitato alla Valletta i principali responsabili europei fra cui il presidente della Commissione José Manuel Durao Barroso. Nel suo discorso, Barroso ha esaltato il valore della moneta unica europea:

“L’Euro non è solo una moneta, è un simbolo, un simbolo molto forte della nostra cultura comune, dei valori che condividiamo e del successo dell’integrazione europea, che riunisce i vari popoli e le nazioni dell’Europa. L’euro rappresenta prima di tutto un insieme di valori e di obiettivi comuni, valori di libertà e di solidarietà. E concludo dicendo: benvenuti nella zona euro, congratulazioni a Malta”.

Secondo Barroso, le difficoltà che riscontrano alcune economie europee non sono imputabili all’euro in sé. E il presidente della Commissione ha citato l’esempio della Germania, campionessa di esportazioni, malgrado la forza dell’euro.

Attualmente il prodotto interno lordo maltese equivale a poco più del 70% del PIL medio europeo. La Valletta tende alla convergenza con gli standard europei e spera in migliori risultati grazie all’euro.

Fra gli invitati c’era il Presidente del consiglio italiano Romano Prodi con cui i dirigenti maltesi hanno parlato anche di flussi migratorii.