ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rojas e Gonzales libere, riabbracciano i famigliari a Caracas

Lettura in corso:

Rojas e Gonzales libere, riabbracciano i famigliari a Caracas

Dimensioni di testo Aa Aa

Clara Rojas e Consuelo Gonzalez hanno potuto finalmente riabbracciare i loro cari, in un aereoporto vicino a Caracas, dove sono arrivate nella serata di ieri. Le due donne sono i primi ostaggi “eccellenti” a venire rilasciati dalle Farc. Ad accoglierle, appena scese dall’aereo, c’era la madre di Clara Rojas, da giorni nella capitale venezuelana. E insieme a lei, le due figlie di Consuelo Gonzales, con la nipotina, nata dopo il suo sequestro.

Liberate nel cuore della giungla colombiana, nei pressi di San José del Guaviare, Rojas e Gonzales sono state poi trasferite a santo Domingo e di qui a Caracas. Un’operazione coordinata dal governo della Colombia e del Venezuela, a cui ha partecipato attivamente la Croce rossa internazionale.

Con il rilascio dei due ostaggi, Le Forze armate rivoluzionarie della Colombia hanno voluto riconoscere gli sforzi di mediazione di Hugo Chavez. Clara Rojas ha ringraziato il presidente venezuelano per telefono, quando era ancora nella giungla, dicendo di essersi commossa nel sentire gli elicotteri che venivano a prenderla.

La notizia del rilascio di Clara e Consuelo ha acceso la speranza di nuove liberazioni, fra cui quella di Ingrid Betancourt. Rojas, che fu sequestrata insieme all’ex candidata presidenziale franco-colombiana nel 2002, sostiene di non aver più avuto sue notizie da tre anni.