ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chavez raccoglie il successo della diplomazia degli ostaggi

Lettura in corso:

Chavez raccoglie il successo della diplomazia degli ostaggi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente venezuelano Hugo Chavez assapora il trionfo politico e mediatico a 24 ore dalla liberazione di due ostaggi eccellenti da parte delle Farc colombiane. Allo stesso tempo, la libertà per Clara Rojas e Consuelo Gonzales fa sperare per gli altri prigionieri dei guerriglieri.

L’operazione lanciata ieri in un luogo fino all’ultimo segreto della giungla ha visto la partecipazione dei governi di Colombia e Venezuela, ma era chiaramente Chavez a tirare le fila della diplomazia degli ostaggi. In stretto contatto telefonico con i guerriglieri, il presidente ha parlato con le Farc e con gli ostaggi liberati. Le due donne, al culmine della commozione, mentre abbracciavano i politici e il personale della croce rossa, salutavano anche con affetto i loro sequestratori. Disinvolti, i guerriglieri delle Forze di liberazione della Colombia raccoglievano la loro parte di successo davanti alle telecamere, una sceneggiatura inedita che potrebbe aprire la strada ad altri rilasci.

E lo dice il ministro degli interni venezuelano Ramon Rodriguez Chacin: “Le Farc, esercito del popolo, hanno tutta la nostra riconoscenza per questa prova di buona volontà, per aver dato soddisfatione al nostro comandante Hugo Chavez, e siamo sicuri che questa è una porta che si apre. Non siamo che all’inizio. Ci saranno altre liberazioni, o piuttosto degli scambi, ciò vuol dire che anche dei guerriglieri dovranno uscire di prigione, come dei prigionieri politici. Questo è il cammino che ci porterà verso la pace”.

Da tempo le Farc propongono la liberazione di una quarantina di ostaggi in cambio di 500 guerriglieri attualmente nelle carceri colombiane.

Un piano ostacolato dal presidente colombiano Alvaro Uribe, che oggi però è costretto a riconoscere che la mediazione di Chavez è stata molto efficiente. E’ stato capace di ottenere – dice – la liberazione unilaterale e in condizionale di Clara Rojas e Consuielo Gonzales.

La franco-colombiana Ingrid Betancourt è la più famosa degli ostaggi che potrebbero venire liberati, e ora le pressioni su Uribe perchè accetti una qualche forma di scambio si fanno più insistenti da ogni parte dello scacchiere internazionale.