ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Bush sprona alla pace israeliani e palestinesi. Oggi trasferimento in Kuwait


mondo

Bush sprona alla pace israeliani e palestinesi. Oggi trasferimento in Kuwait

George Bush oggi lascerà Israele diretto in Kuwait terza tappa del suo periplo in Medio Oriente. Ieri sera ha di nuovo incontrato a Gerusalemme i dirigenti dello stato ebraico a cui ha ribadito la necessità di giungere a un accordo di pace con i palestinesi. L’incontro a Ramallah con il presidente dell’ANP Mahmud Abbas non è stata pura routine. Bush ha ribadito alle parti che è arrivato il momento delle scelte anche dolorose auspicando la nascita di uno stato palestinese entro il 2008 prima cioè che finisca il suo mandato.
La tappa nella Basilica della Natività a Betlemme è servita al presidente americano per rendersi conto delle difficoltà quotidiane incontrate dalla popolazione palestinese. Il muro di separazione, i check point pare abbiano colpito Bush che ha provato ad affrontare di petto questi problemi senza gli usuali giri di parole.

“Spero che la futura formazione di uno stato palestinese comporti la scomparsa di queste barriere permettendo alla gente di muoversi liberamente all’interno di uno stato democratico”

La tradizionale e storica amicizia con Israele va accompagnata da una politica di aiuti che permetta ai palestinesi di garantire la sicurezza nei Territori. Bush ha anche proposto una politica di indennizzazione per i rifugiati palestinesi che non potranno riavere le case lasciate 40 anni fa e per i coloni che dovranno abbandonare gli insediamenti. Gli oltranzisti ebraici non hanno apprezzato il realismo del presidente Usa e ieri sera a Gerusalemme hanno manifestato il loro dissenso.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Libere le due colombiane ostaggio delle Farc. Rojas e Gonzalez liberate nella selva colombiana