ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La lotta al terrorismo piatto forte del XX vertice tra Francia e Spagna

Lettura in corso:

La lotta al terrorismo piatto forte del XX vertice tra Francia e Spagna

Dimensioni di testo Aa Aa

A Parigi il primo ministro spagnolo Zapatero e il presidente della Repubblica francese Sarkozy hanno firmato un accordo definito “decisivo” per prevenire gli attentati e perseguire i membri dell’Eta sul territorio dei due paesi.

Nella conferenza stampa che ha seguito il vertice Zapatero ha insistito sull’importanza dell’intesa che darà più mezzi all’antiterrorismo. “L’accordo che è stato firmato oggi è un accordo fondamentale perché si concentra sulla prevenzione. Perché la maniera più efficace di evitare attentati e azioni violente è proprio la prevenzione”, ha detto il premier spagnolo.

Il mese scorso a Cap Breton nel sudovest della Francia due agenti della guardia civil spagnola sono stati uccisi da un commando dell’Eta. Due presunti autori della sparatoria sono fini in manette. Un terzo è sempre latitante.

“L’Eta è una banda di assassini – ha detto Sarkozy nel suo solito stile diretto -. Questi assassini non devono essere lasciati liberi di agire né in Francia né altrove. La Spagna ha pagato il tributo più alto in Europa al terrorismo. E qualunque governo spagnolo potrà contare sul sostegno della Francia”.

Al vertice è stato deciso anche il rilancio del progetto di linea elettrica ad altissima tensione tra i due paesi, bloccato da anni. Ed è stata espressa la volontà di affrontare in comune i problemi dell’immigrazione irregolare.