ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'indipendenza del Kosovo favorirebbe gli ultranazionalisti serbi

Lettura in corso:

L'indipendenza del Kosovo favorirebbe gli ultranazionalisti serbi

Dimensioni di testo Aa Aa

La secessione kosovara rischia di allontanare la Serbia dall’Europa e di favorire gli ultranazionalisti alle prossime presidenziali. Per questo Bruxelles, che spera nella rielezione a capo dello Stato del filo-occidentale Boris Tadic, non vuole che l’indipendenza venga proclamata prima dell’inizio di febbraio, quando si terrebbe l’eventuale ballottaggio.

Altro capitolo delicato è l’Accordo di stabilizzazione e di associazione con l’Unione Europea: la firma è prevista a fine mese ma il primo ministro serbo Vojislav Kostunica, che è su posizioni più radicali del presidente della repubblica, ha detto che si opporrà se Bruxelles non rinuncerà a dispiegare sue truppe in Kosovo.

I serbi sembrano compatti. “Non ci sono speranze che possiamo raggiungere un accordo con Thaci – dice una signora serba -. Scelgono sempre qualcuno che è stato pesantemente coinvolto negli scontri del 1999”.

“E’ inevitabile che gli albanesi eleggano primo ministro un noto criminale di guerra – aggiunge un altro connazionale – E’ una scelta che si commenta da sola”.

La posizioni sembrano inconciliabili. Una secessione provocherebbe quasi sicuramente anche una crisi di governo in Serbia, con l’emarginazione dei filo-europei.