ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo Volkswagen: l'ex numero uno nega l'esistenzaa di fondi neri

Lettura in corso:

Scandalo Volkswagen: l'ex numero uno nega l'esistenzaa di fondi neri

Dimensioni di testo Aa Aa

Una giornata difficile per l’ex numero uno della Volkswagen Ferdinand Piech. Chiamato a testimoniare davanti alla corte di Brunswick nel nord della Germania nel processo che vede coinvolti alcuni top manager della casa automobilistica del Maggiolino, accusati di aver pagato fior di tangenti ad alcuni sindacalisti sotto forma di viaggi premio, Piech ha detto di non saperne assolutamente nulla.

“Abbiamo fatto indagini fin dall’inzio, dice il procuratore generale, per vedere se c’erano accuse dirette contro Piech che in quanto numero uno del gruppo era certo al corrente di manovre poche corrette”

Un processo che vede sul banco degli impuati i componenti del comitato d’impresa della Volkswagen che in cambio di costose tangenti, avrebbero garantito la pace sociale negli stabilimenti della casa automobilistica tedesca.

Un procedimento che iniziato lo scorso autunno va avanti apparentemente senza scosse. Se Piech na negato l’esistenza di finanziamenti occulti, attraverso viaggi di lusso con tanto di visita ai bordelli, non è il caso dell’ex presidente della Skoda. A suo parere c’era un conto segreto utilizzato a questo scopo dlall’azienda e non è possibile che il presidente non ne fosse a conoscenza.