ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le Chiese ortodosse di Russia, Serbia e Montenegro celebrano il Natale

Lettura in corso:

Le Chiese ortodosse di Russia, Serbia e Montenegro celebrano il Natale

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Natale è arrivato con due settimane di ritardo in Serbia, Russia e in altre chiese ortodosse dell’est, che seguono il calendario giuliano. Qui, la nascita di Gesù si festeggia il sette gennaio anziché il venticinque dicembre.

A Belgrado, il presidente serbo Boris Tadic ha partecipato alla funzione religiosa insieme a centinaia di fedeli riuniti nella cattedrale.

In Montenegro, la celebrazione del Natale si accompagna all’antico rito che prevede di bruciare rami di quercia al crepuscolo, mentre il sacerdote benedice i fedeli.

Cerimonia solenne anche nella cattedrale del Cristo Salvatore di Mosca. L’edificio, distrutto in epoca staliniana, è stato ricostruito sul modello originale: simbolo della ritrovata centralità della Chiesa ortodossa russa in epoca post sovietica. La funzione è stata officiata dal Patriarca Alessio II.