ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Opposizione rimanda manifestazione

Lettura in corso:

Opposizione rimanda manifestazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’indagine indipendente sul voto del 27 dicembre. Stavolta a chiederla è il procuratore generale del Kenya, dopo un’escalation di violenza con oltre trecento morti e quasi 100.000 sfollati. Oggi Nairobi, tuttora sotto assedio, è stata teatro di sonctri tra le forze di polizia e i sostenitori di Raila Odinga, decisi a manifestare. L’intenzione era quella di raggiungere il centro della capitale per la mobilitazione indetta dal loro leader, poi posticipata, contro la vittoria alle presidenziali di Mwai Kibaki.

La polizia ha cercato di disperdere centinaia di persone usando gas lacrimogeni, idranti e sparando colpi in aria. Due deputati dell’opposizione sono stati arrestati, ufficialmente per avere incitato i militanti a partecipare alla manifestazione, che si dovrebbe tenere venerdì. Le accuse di brogli mosse al Presidente Kibaki non si placano e la tensione resta alta.

Anche la Commissione Elettorale, la stessa che aveva procalamato Kibaki vincitore, ha espresso dubbi sul voto, ammettendo di avere ricevuto forti pressioni dall’entourage presidenziale. Kibaki e Odinga si accusano reciprocamente di genocidio. Intanto il Paese è precipitato in un baratro. E rischia di perdere quella stabilità che lo ha reso un modello nella regione.