ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Diffuso un nuovo video sulla morte di Bhutto, attesa per l'arrivo del team di Scotland Yard

Lettura in corso:

Diffuso un nuovo video sulla morte di Bhutto, attesa per l'arrivo del team di Scotland Yard

Dimensioni di testo Aa Aa

I sostenitori di Benazir Bhutto commemorano nel mausoleo vicino al suo villaggio natale di Larkana la morte dell’ex premier uccisa una settimana fa. Nel Paese, il giorno dopo la decisione di rinviare le elezioni, c‘è attesa per l’arrivo del team di Scotland Yard che collaborerà nell’inchiesta sulla morte della leader dell’opposizione. Intanto è stato diffuso un nuovo video sull’attentato di Rawalpindi.

Nel filmato amatoriale l’ex premier si sporge dal tetto dell’auto, poi all’improvviso crolla. Le versioni sono diverse: per il governo Bhutto ha cercato di evitare i colpi di proiettile ed è morta per aver battuto la testa. Secondo il suo partito l’ex premier è stata uccisa dai colpi d’arma da fuoco.

Il presidente Musharraf è tornato a puntare il dito contro al Qaeda accusandola dell’assassinio, ma molti, in primo luogo il marito di Bhutto, lanciano accuse contro il regime e i servizi segreti. Musharraf ha ottenuto dalla Gran Bretagna l’invio di investigatori di Scotland Yard che dovrebbero arrivare in settimana. Archiviata l’ipotesi di una commissione di inchiesta dell’Onu come quella sulla morte di Rafik Hariri in Libano.
L’annuncio del rinvio del voto al 18 febbraio non ha suscitato violenze né manifestazioni di piazza.
Alle elezioni parteciperanno anche i due principali partiti d’opposizione quello dell’ex premier Nawaz Sharif e quello di Bhutto, ora guidato dal figlio.