ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al via le primarie Democratiche e Repubblicane negli Stati Uniti

Lettura in corso:

Al via le primarie Democratiche e Repubblicane negli Stati Uniti

Dimensioni di testo Aa Aa

Ultime ore di campagna in Iowa dove domani comincia la corsa per la Casa Bianca. Nello stato centosettentrionale americano non si terranno tecnicamente delle elezioni primarie ma dei caucus, cioè riunioni di elettori che designeranno a loro volta dei delegati fedeli a uno dei candidati.

I sondaggi della vigilia sono contraddittori. Per quanto riguarda il Partito democratico due indagini d’opinione su tre danno Hillary Clinton vincente mentre una terza assegna un ampio vantaggio a Barack Obama.

Quello che è certo è che per la campagna elettorale più costosa della storia degli Stati Uniti Clinton e Obama hanno già raccolto ciascuno oltre CENTO milioni di dollari.

“Non siamo qui per fare un’asta ma per eleggere il miglior candidato, non la persona che può raccogliere più denaro”, dice il terzo contendente democratico John Edwards, che con i suoi 44 milioni di dollari di raccolta stimata è in netto svantaggio.

Tutto si gioca in queste ore. “Il 40% degli elettori decide nell’ultimo paio di giorni. Cercano di fiutare il vincitore e sosterranno quello”, dice Ron Fournier, analista politico dell’Associated Press.

Per quanto riguarda il Partito repubblicano i favoriti sono il mormone Mitt Romney e il pastore battista Mike Huckabee. Tutti i candidati ripongono grandi speranze nell’Iowa auspicando che una netta vittoria provochi un effetto valanga negli stati che andranno successivamente alla primarie.

Il timore degli strateghi elettorali, questa volta, è però che tanto in campo democratico quanto in quello repubblicano non ci saranno risultati netti.