ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra, come Roma, Parigi, come Sidney e Tokyo hanno brindato al 2008

Lettura in corso:

Londra, come Roma, Parigi, come Sidney e Tokyo hanno brindato al 2008

Dimensioni di testo Aa Aa

A salutare il nuovo anno nel Regno Unito sono stati i classici rintocchi del Big Bang. Allo scoccare della mezzanotte tutti a stappare bottiglie di spumante o champagne. A Londra oltre 400 mila persone hanno festeggiato lungo il Tamigi, a Piccadilly Circus e a Trafalgar Square.

Notte di San Silvestro in piazza anche per i tedeschi. a Berlino in migliaia si sono dati appuntamento, come da tradizione, alla Porta di Brandeburgo tra concerti da vivo, spettacoli e fuochi d’artificio per la grande notte del 2008.

La Russia ha dato il suo benvenuto al 2008 con due ore di anticipo rispetto all’Europa Centrale.

Stesso copione: le strade di Mosca invase dalla folla che ha sfidato le temperature polari. La piazza Rossa è stata illuminata dai tradizionali fuochi , mentre nelle case la gente ha scartato i regali portati da Nonno Gelo, il Babbo Natale russo.

Il capo del Cremlino ha tenuto il suo discorso di fine anno nel pomeriggio a Vladivostok, o meglio a mezzanotte secondo l’ora locale. Vladimir Putin si è felicitato per quella che ha definito la “rinascita del Paese” negli otto anni della sua presidenza.

I primi in assoluto a dire addio al 2007 sono stati gli australiani. Ieri mentre da noi era mezzogiorno al porto Sidney un milione di persone sotto una fantasmagorica e gigantesca pioggia di fuochi d’artificio cantava e brindava.

A ruota favcevano il loro countdown gli atolli del Pacifico, la Nuova Zelanda, Cina e Giappone con i tradizionali e beneauguranti 108 rintocchi di campana.