ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora violenza nel Kenya post elettorale

Lettura in corso:

Ancora violenza nel Kenya post elettorale

Dimensioni di testo Aa Aa

Anche oggi il Kenya conta i morti dei disordini post elettorali. Le vittime sono diverse decine in tutto il Paese, che inizia una nuova settimana nella tensione. A scatenare la violenza, la contestata vittoria del Presidente uscente Mwai Kibaki, il 27 dicembre. Raila Odinga, il principale avversario, dato per favorito alla vigilia della consultazione, ha fortemente contestato il voto, denunciando brogli. I suoi seguaci sono stati protagonisti di duri scontri con le forze dell’ordine. Solo a Kimusu, roccaforte di Odinga, si contano almeno una cinquantina di vittime.

Kibaki, 76 anni, è stato eletto per un secondo mandato di cinque anni e ha prestato giuramento subito dopo la diffusione del risultato. Poi, il caos. L’elezione e le sue conseguenze hanno suscitato molte perplessità a livello internazionale. Gli osservatori dell’Unione europea hanno espresso dubbi sulla credibilità del conteggio del voto. Gli Stati Uniti si sono congratulati con Kibaki, invitando però il Paese alla calma. Calma che sembra regnare a Nairobi, dove le attività sono sospese dal giorno di Natale. Mentre nelle periferie della capitale dell’ex colonia britannica la violenza non si arresta.