ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I leader del Kenya votano alle elezinoi generali

Lettura in corso:

I leader del Kenya votano alle elezinoi generali

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è cominciato a votare in Kenya per le elezioni generali. I cittadini sono in fila ai seggi per scegliere il loro nuovo Presidente, ma anche 210 parlamentari e quasi 2500 rappresentanti locali. Chiamati a decidere, circa quattordici milioni di elettori. Una consultazione segnata dalle accuse di brogli e dalla violenza. Dall’inizio della campagna elettorale, a luglio, sono morte circa settanta persone. Meno, però, rispetto alle precedenti elezioni, le ultime delle quali sono state nel 2002.

Per il Kenya, 36 milioni di abitanti, ex colonia britannica, questo potrebbe essere il voto più conteso dall’indipendenza, ottenuta nel 1963. Il Presidente uscente, Mwai Kibaki, 76 anni, ha votato sperando in un secondo mandato. A suo favore gioca la buona performance economica che ha portato il Paese a tassi di crescita del 5 per cento negli ultimi anni.

Ma l’ex alleato e ora rivale Raila Odinga, 62 anni, potrebbe sconfiggerlo, seppur di poco. Almeno questo dicono gli ultimi sondaggi. Odinga, che ha infine votato dopo un iniziale impedimento burocratico, ha puntato tutto sulla lotta a corruzione e povertà. Nonostante i buoni risultati economici, infatti, la disparità nella distribuzione della ricchezza è molto marcata. I risultati ufficiali sono attesi per domani. A vigilare sul voto ci sono circa trentamila osservatori kenioti e internazionali. Di questi 150 dell’Unione europea.