ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Natale di guerra sulle montagne al confine tra Iraq e Turchia

Lettura in corso:

Natale di guerra sulle montagne al confine tra Iraq e Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

Anche oggi i caccia dell’aviazione turca hanno bombardato le basi del Pkk, nel Kurdistan iracheno. Un raid limitato rispetto ai bombardamenti a tappeto dei giorni scorsi che secondo i comandi turchi hanno fatto tra i 150 e i 175 morti.

Il portavoce delle forze armate Statunitensi, l’ammiraglio Greg Smith, ha detto che Ankara li aveva informati di una missione di sorveglianza aerea ma non di un eventuale bombardamento.

Gli Stati Uniti stanno cercando di mediare tra le esigenze di due paesi alleati la Turchia, che subisce regolarmente gli attacchi della guerriglia curda, e l’Iraq già in preda alla violenza quotidiana del terrorismo.

In Parlamento il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan ha difeso gli attacchi spiegando che hanno come obiettivo solo i ribelli del Pkk.

“La Turchia – ha detto il premier – sta solo rispondendo ad attacchi contro la sua popolazione e le sue unità militari”.

Sempre ieri nel Kurdistan iracheno è stato firmato un memorandum d’intesa per la formazione di un governo iracheno unitario, tra il presidente iracheno Talabani, il vice presidente il sunnita Tariq al-Hashimi e il presidente del Kurdistan iracheno Massud Barzani.