ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fine della crisi politica in Belgio: il governo ad interim ottiene la fiducia

Lettura in corso:

Fine della crisi politica in Belgio: il governo ad interim ottiene la fiducia

Dimensioni di testo Aa Aa

97 sì, 46 no. Il parlamento belga ha dato la fiducia al governo ad interim del liberale Guy Verhofstadt mettendo fine a 196 giorni di crisi politica. Il nuovo esecutivo guiderà il paese per tre mesi.

“Viviamo in un paese che secondo me è fantastico – ha dichiarato Verhofstadt – È un paese che non conosce lo sciovinismo e dove vivono persone di buon senso che lavorano duramente. Noi facciamo lo stesso”.

A partire da marzo il Belgio dovrà avere un governo a pieno titolo e, con ogni probabilità, a guidarlo sarà il cristiano democratico Yves Le terme, vincitore alle ultime elezioni. A impedirgli in due occasioni di formare un esecutivo, i veti dei partiti francofoni, contrari alla concessione di una maggiore autonomia alle Fiandre, regione ricca e popolata.

Il rischio di una divisione traumatica del paese è stato, dunque, scongiurato, almeno per il momento. Lo aveva chiesto a gran voce la piazza in questi mesi di profonda incertezza.

A votare la fiducia al nuovo governo, composto da sette fiamminghi e sette valloni, sono stati i democristiani e i liberali di entrambe le etnie, con l’aggiunta dei socialisti francofoni.