ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Re Alberto II invita a riconciliazione

Lettura in corso:

Re Alberto II invita a riconciliazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 2007 sarà ricordato come uno degli anni più difficili per il Belgio e ora c‘è bisogno di riconciliazione. L’invito viene dal Re Alberto II nel tradizionale discorso di fine anno. “L’impressione è che siano più organizzati e più strutturati i rapporti con i Paesi stranieri rispetto a quelli esistenti all’interno del nostro stesso Paese” – ha detto il Re. Che ha insistito anche sulla necessità per i fiamminghi e per i valloni, le due maggiori comunità, di apprendere le rispettive lingue.

Proprio le forti divergenze tra fiamminghi e francofoni hanno gettato il Paese nella peggiore crisi politica della sua storia, lasciandolo senza un governo per sei mesi. Tutti i tentativi del leader dei cristiano democratici fiamminghi, Ives Leterme, vincitore delle elezioni, di formare un governo, sono infatti falliti.

Ora tocca al liberale fiammingo Guy Verhofstadt. Il premier uscente ha ricevuto domenica la fiducia al nuovo governo. Ma il suo è un esecutivo a termine. E avrà tempo solo fino a marzo per sbrigare gli affari urgenti. Non solo in campo economico, ma anche, e soprattutto, in quello delle riforme che dovranno allentare la tensione tra franconofi e fiamminghi, che chiedono maggiore autonomia per le ricche Fiandre.