ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Uzbekistan alle urne per le presidenziali, scontata la rielezione di Karimov

Lettura in corso:

Uzbekistan alle urne per le presidenziali, scontata la rielezione di Karimov

Dimensioni di testo Aa Aa

Seggi aperti in Uzbekistan per le elezioni presidenziali. Scontata la vittoria dell’attuale presidente, Islam Karimov.

Al potere dal 1989, prima come satrapo comunista, poi con elezioni giudicate truccate dagli osservatori stranieri, nel 1995 Karimov si è fatto prolungare il mandato con un referendum che gli ha anche concesso poteri assoluti.
Nel 2000 è stato rieletto ottenendo un sospetto 98% dei consensi.

Altre tre candidati corrono contro di lui, ma sono considerati di pura facciata.
Per le strade di Tashkent quei pochi che si fanno intervistare non hanno dubbi: voteranno per lui.

In Uzbekistan ci sono 5 mila prigionieri politici. I principali oppositori vivono in esilio all’estero. Criticare pubblicamente Karimov è tabù.

L’Uzbekistan è un Paese praticamente isolato: dopo la strage di manifestanti nel 2005, i rapporti con l’Occidente sono gelidi, si registrano frequenti scaramucce con i Paesi confinanti, con la Russia esistono contrasti sull’interscambio energetico.