ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio, polemiche dopo il rilascio di 14 sospetti terroristi

Lettura in corso:

Belgio, polemiche dopo il rilascio di 14 sospetti terroristi

Dimensioni di testo Aa Aa

È polemica in Belgio sull’allerta terroristica lanciata venerdì. Tutti i 14 arrestati con il sospetto di appartenere a un gruppo islamico e di voler far evadere dal carcere un membro di al Qaida, sono stati rilasciati dopo qualche ora.

La polizia non ha ottenuto indizi sufficienti per chiedere il prolungamento della detenzione. Anche perché contrariamente a quanto annunciato in precedenza durante le perquisizioni non sono state trovate armi.

Alain Lefevre, del centro governativo di gestione delle crisi: “Bisognava relativizzare le cose. Non bisognava sviluppare un sentimento di panico. E non perché alcune persone vengono rilasciate nel corso di un’inchiesta giudiziaria, in linea col nostro sistema legale, vuol dire che non ci sono elementi e che il caso è chiuso”.

Sulla retata era intervenuto anche il nuovo premier belga. Guy Verhofstadt, nel discorso alla Camera sulla fiducia, ha detto che c’erano segnali di un attacco terroristico in preparazione.

Il governo dovrà ora spiegare a una popolazione già molto preoccupata per le vicende di politica interna se il paese è sotto la minaccia del terrorismo internazionale o se si stanno solo adottando misure preventive. I controlli rafforzati resteranno comunque in vigore fino al 2 gennaio.