ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libera circolazione nello spazio Schengen: vantaggi, prospettive e qualche inconveniente

Lettura in corso:

Libera circolazione nello spazio Schengen: vantaggi, prospettive e qualche inconveniente

Dimensioni di testo Aa Aa

Zittau, citta tedesca al confine tra Germania, Polonia e Ungheria. Un luogo simbolico per la vecchia Europa che abbatte, con le frontiere, molti ostacoli verso il futuro.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel: “E’ una vera soddisfazione sapere che gli studenti che crescono e diventano adulti oggi possano vivere l’esperienza di un’Europa normale. E’ una cosa che i loro genitori e i loro nonni hanno potuto solo sognare e a cui erano legate enormi sofferenze”.

Francoforte sull’Oder, al confine tra Germania e Polonia. Dall’altra parte del fiume, oltre il ponte, la citta’ polacca di Slubice. “E’ fantastico – dice uno studente pendolare – io studio a Francoforte, ma vivo in Polonia. Da oggi sarà molto piu’ facile: non perdero’ piu’ il treno perche’ devo stare la fila per 10 minuti alla frontiera. E’ davvero stupendo”.

E chissa’ che l’abbattimento delle frontiere non possa diventare il preludio di una vera unificazione tra le due città. Lo auspica il sindaco di Slubice, citta’ che fino al ’45 non era altro che un quartiere di Francoforte sull’Oder.

Ma dove le frontiere restano i problemi aumentano: arrivare in Lituania dalla Bielorussia, costera’ 60 euro invece di 5, ma non tutti si lasciano scoraggiare: “Ridurro’ il numero di viaggi che faccio per vedere i miei amici – dice un ragazzo in fila alla frontiera – ma non smettero’ di venire in Lituania. Non posso proprio fare a meno dei miei compagni di sport”.

Al confine tra Lituania e Bielorussia si vede l’altra faccia della medaglia della libera circolazione interna che, almeno per il momento, lascia fuori qualcuno.