ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Corte europea di Giustizia dà ragione all'impresa edile lettone Laval

Lettura in corso:

La Corte europea di Giustizia dà ragione all'impresa edile lettone Laval

Dimensioni di testo Aa Aa

La costruzione di una scuola in Svezia, di cui la Laval aveva vinto l’appalto, era stata bloccata nel 2004 per un ricorso dei sindacati.

Che denunciavano la pratica di dumping sociale: l’impresa lettone, che impiegava per la maggiorparte operai della Lettonia, pagava quest’ultimi un salario inferiore a quello percepito dai lavoratori edili svedesi.

La Corte europea di Giustizia ha sentenziato che le azioni sindacali restano fondamentali per la risoluzioni di questo tipo di conflitto, ma in questo caso l’azione intrapresa è andata al di là del consentito, limitando di fatto la libera prestazione di servizi.

Normalmente la sentenza della Corte non si allontana dalle conclusioni del procuratore generale, che lo scorso maggio aveva invece ritenuto legale l’azione dei sindacati.