ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incursione turca con truppe terrestri in Iraq, Barzani cancella incontro con Rice

Lettura in corso:

Incursione turca con truppe terrestri in Iraq, Barzani cancella incontro con Rice

Dimensioni di testo Aa Aa

L’invasione massiccia non c‘è stata, ma l’esercito turco è entrato per la prima volta con truppe terrestri in Iraq. L’incursione è durata meno di 24 ore: secondo il governo del Kurdistan iracheno si sono ritirati i 500 soldati di Ankara penetrati oltre confine nella zona montagnosa di Gali Rash, senza raggiungere le linee dei peshmerga, le forze di sicurezza del Kurdistan iracheno.

Il premier turco Erdogan ha affermato che l’esercito “fa quello che è necessario” e che Ankara vuole solo colpire il Pkk e non ha mire sull’Iraq. L’incursione è avvenuta poco prima che a Kirkuk, sempre nel nord dell’Iraq, arrivasse il segretario di Stato americano Condoleezza Rice. Gli Stati Uniti considerano il Pkk un’organizzazione terroristica.

La Turchia ritiene che circa 3000 combattenti abbiano base nel Kurdistan iracheno, zona in cui domenica l’aviazione di Ankara ha compiuto bombardamenti che hanno fatto una vittima tra i civili e, secondo l’Alto Commissariato dell’ONU per i rifugiati, hanno costretto 1800 persone a lasciare le loro case.

A Kirkuk, la città petrolifera, dove vivono turcomanni arabi e curdi e rivendicata da questi ultimi, Rice ha commentato la notizia dell’incursione turca. “Stati Uniti, Iraq e Turchia hanno un interesse comune, fermare le attività del Pkk che minaccia la stabilità del nord, come dimostrano le uccisioni di soldati in Turchia”, ha affermato Rice.

Il presidente del Kurdistan iracheno Barzani ha annullato l’incontro con Rice in segno di protesta contro gli Stati Uniti. Washington, che fornisce a Ankara informazioni di intelligence sul Pkk, non ha condannato i recenti attacchi e ha dato un tacito assenso secondo l’esercito turco.