ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Amsterdam, verso il tramonto del quartiere a luci rosse

Lettura in corso:

Amsterdam, verso il tramonto del quartiere a luci rosse

Dimensioni di testo Aa Aa

L’opera di risanamento di un centro storico raramente fa notizia. Ma se si tratta di Amsterdam, dove per centro storico s’intende il famoso quartiere a luci rosse, cambia la musica.

Un dibattito controverso che si riapre ora con il progetto presentato dal sindaco della capitale olandese che intende eliminare le vetrine in cui sono esposte le professioniste del sesso. Se n‘è discusso che le rappresentanti di categoria. “Il comune non tiene in conto le centinaia di persone che fanno il mestiere per scelta” contesta Mariska Majoors, porta voce di un centro di sostegno alle prostitute.

L’idea non è di bandire postriboli e coffeeshops dalla città che beneficia di una significativa affluenza turistica specifica. “Ma chi visita non deve provare imbarazzo e deve essere certo che non c‘è sfruttamento” dice Lodewijk Asscher, deputato sostenitore del progetto.

Per il comune l’industria del sesso è dominata dal racket interessato ai quasi 400 euro che ogni prostituta può incassare al giorno.

Ma secondo i detrattori del piano le motivazioni del comune sono anche economiche: 15 milioni di euro solo per comprare 51 esercizi da riconvertire in negozi e ristoranti di classe “A”.