ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Parigi la comunità internazionale promette 5 miliardi di euro per risollevare l'economia palestinese

Lettura in corso:

A Parigi la comunità internazionale promette 5 miliardi di euro per risollevare l'economia palestinese

Dimensioni di testo Aa Aa

“Nella Striscia di Gaza e in Cisgiordania si rischia la catastrofe”. All’appello del presidente dell’Anp Mahmoud Abbas alla conferenza di Parigi, la comunità internazionale ha risposto promettendo aiuti economici oltre le sue aspettative: circa 5 miliardi di euro su tre anni.

A rabbuiare gli animi la questione dei nuovi insediamenti israeliani vicino Gerusalemme. “Il blocco completo e immediato delle colonie è una priorità, altrimenti come si può progettare un’economia vitale?” ha detto il presidente francese Nicolas Sarkozy. Abbas ha sollevato la questione dicendo che gli insediamenti impediscono negoziati di pace seri. “Nonostante le difficoltà”, ha replicato il ministro degli Esteri israeliano Tzipi Livni “ci impegniamo a rispettare gli obblighi della road map che riguardano gli insediamenti”.

Abbas aveva chiesto ai donatori circa quattro miliardi di euro per finanziare il suo piano triennale. La situazione economica Gaza è precipitata dopo il boicottaggio internazionale deciso dopo la vittoria di Hamas. “L’importanza di questa conferenza è nel far capire ai palestinesi che la pace vale la pena, ora e non tra due anni, la popolazione deve rendersi conto che la situazione migliorerà”, ha affermato il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier.

Organizzazioni umanitarie e la Banca Mondiale hanno avvertito che per risollevare l’economia nei territori Israele deve eliminare le restrizioni alla libertà di movimento dei palestinesi.