ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Republika Srpska vota per eleggere il nuovo presidente, favorito il candidato del partito di governo

Lettura in corso:

La Republika Srpska vota per eleggere il nuovo presidente, favorito il candidato del partito di governo

Dimensioni di testo Aa Aa

I cittadini della Republika Srpska scelgono il loro nuovo presidente. Elezioni convocate in anticipo dopo la morte a settembre del presidente Milan Jelic. Il voto, una settimana dopo l’avvio del cammino verso un accordo di associazione e stabilizzazione tra Bosnia e Unione Europea, è segnato dalla volontà dei candidati di difendere l’autonomia della loro entità mentre l’Europa esige il rafforzamento dello Stato centrale.

La Republika Srpska è l’entità serba della Bosnia Erzegovina, che è composta anche dalla Federazione croato-musulmana. In base agli accordi di Dayton che misero fine a tre anni e mezzo di guerra civile le due entità godono di un’ampia autonomia.

Favorito tra i dieci candidati è Rajko Kuzmanovic, esponente dell’Unione dei socialdemocratici indipendenti, il partito di governo, contrario a ulteriori cessioni di poteri alle istituzioni centrali. Discorso simile quello di Mladen Ivanic, ex ministro degli Esteri, braccio destro del premier Milorad Dodik, che detiene il vero potere visto che il capo dello Stato ha più che altro responsabilità simboliche.

Per avviare la firma dell’accordo di associazione la Bosnia si è impegnata su alcuni punti tra cui l’unificazione delle forze di polizia delle due entità. Bruxelles chiede una riforma della Costituzione per fare della Bosnia uno Stato più efficiente e moderno.