ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sciopero dei treni in Belgio

Lettura in corso:

Sciopero dei treni in Belgio

Dimensioni di testo Aa Aa

Arriva una raffica di scioperi che rischia di bloccare i trasporti nel Belgio della paralisi politica. I macchinisti hanno dato il via a una protesta che durerà anche nei prossimi weekend fino a fine anno. All’origine del malcontento: mancanza di personale, carichi di lavoro troppo elevati e salari da rivalutare. “Con il mio nuovo orario di lavoro – spiega un sindacalista – la pressione è aumentata. Siamo al limite della nostra capacità”.

Su scala nazionale, in circolazione un treno su due. Possibili disagi per gli Eurostar tra Bruxelles e Londra e altri treni internazionali. A Bruxelles i pendolari reagiscono in modo diverso: “Hanno ragione a scioperare – dice un cittadino. Devono essere ascoltati, hanno un lavoro, ma hanno bisogno di più tempo libero e soldi”.

“Ho aspettato il mio treno per tre ore alla Stazione Centrale – racconta una donna. Non ho dormito tutta notte, perché è la prima volta che prendo il treno da sola”. “Ho chiesto se potevo usare questi biglietti per un’altra volta, ma non posso. Dunque, posso gettarli. Non sono validi”. Le ferrovie dicono di essere in attesa della formazione di un nuovo governo per sapere quanti soldi arriveranno. Ma il Belgio è senza governo da sei mesi e l’orizzonte non è roseo.