ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lisbona, manifestazioni pro e contro, Mugabe e Gheddafi dividono la piazza

Lettura in corso:

Lisbona, manifestazioni pro e contro, Mugabe e Gheddafi dividono la piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

“Mugabe uccide”, è scritto su uno striscione. A Lisbona, non sono mancate le manifestazioni di protesta contro la partecipazione del presidente dello Zimbabwe, accusato di violazione dei diritti umani e di genocidio. Jenni Williams, attivista per i diritti umani: “Il popolo della Zimbabwe sta morendo, il tasso di disoccupazione è all’82%. Non ci sono soldi e se anche riesce a procurarti del denaro che cosa comperi? Dove vai a prendere il cibo? Ma Mugabe è qui a Lisbona, assieme al resto del mondo. Vergogna”.

Agli occhi di altri africani Mugabe rimane un eroe per essersi opposto all’Occidente e aver tolto le terre ai bianchi. Come grida questo manifestante originario della Namibia: “Il Presidente Mugabe è un liberatore, non soltanto del suo popolo, ma di tutta l’Africa”.

Altro protagonista discusso del vertice è Muammar Gheddafi. Il leader libico è stato contestato da alcuni oppositori, ai quali ha replicato un più nutrito numero di sostenitori. Tra manifestazioni pro e contro la tensione è stata alta, la polizia ha fermato tre persone e le ha portate al commissariato per l’identificazione.