ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo, arrivato all'Onu il rapporto sui negoziati falli

Lettura in corso:

Kosovo, arrivato all'Onu il rapporto sui negoziati falli

Dimensioni di testo Aa Aa

In Kosovo si vota per il secondo turno delle elezioni amministrative dopo il fallimento dei negoziati sullo status finale della provincia serba. Ieri la Troika, formata da Stati Uniti, Russia e Unione europea, ha presentato un rapporto al segretario genereale dell’Onu Ban Ki-Moon tre giorni prima della scadenza ufficiale dei negoziati.

“Penso che il dieci dicembre – spiega Agron Bajrami direttore di un quotidiano kosovaro in lingua albanese – sarà confermato quello che ci aspettiamo: cioè la presa d’atto che il negoziato è fallito, e l’inizio di un nuovo processo che si concluderà con la dichiarazione d’indipendenza del Kosovo”.

Il premier in pectore del Kosovo Hashim Thaci ha detto che nessuna decisione sarà presa senza averla prima concordata con Washington e Bruxelles. Gli Stati Uniti hanno detto che se il Kosovo dichiarerà l’indipendenza questa verrà riconosciuta. L’Unione Europea è invece ancora divisa per le resistenze di Grecia, Cipro, Spagna, Romania e Slovacchia. “Il Kosovo dichiarerà l’indipendenza – dice questo abitante di Belgrado – ma spero che non ci saranno violenze”.

Nelle strade di Belgrado il ministero per il Kosovo ha lanciato una campagna chiamata “Kosovo è Serbia”. Cartelloni giganti con citazioni di personaggi storici come quella di George Washington: “è il momento di dimostrare se siamo uomini liberi o schiavi”.