ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nato pronta a inviare altre truppe in Kosovo. Mosca: indipendenza unilaterale precedente pericoloso

Lettura in corso:

Nato pronta a inviare altre truppe in Kosovo. Mosca: indipendenza unilaterale precedente pericoloso

Dimensioni di testo Aa Aa

La Nato dà per assunta l’imminente proclamazione unilaterale di indipendenza del Kosovo, e si impegna a rafforzare il proprio contingente nella provincia. E’ quanto emerge dalla riunione dei ministri degli Esteri dell’alleanza.

L’ipotesi non trova daccordo la Russia; il ministro degli Esteri Lavrov ha ammonito tutti. “Qualunque sia la soluzione che verrà adottata, essa rappresenterà un precedente. Un precedente del quale non si conoscono gli effetti”.

Ma l’allarme di Mosca, non ha fatto cambiare posizione all’Alleanza atlantica. Il segretario generale dell’organizzazione, Jaap de Hoop Scheffer, ha ribadito l’intenzione di andare avanti.

“Al di là del risultato del processo sullo status, il Kosovo è e resterà un posto dove i kosovari, gli albanesi, i serbi e gli altri devono potere vivere in pace insieme senza paura e paura di intimidazioni. E siamo determinati a fare la nostra parte”.

Il Kosovo, provincia della Serbia in maggioranza popolata da albanofoni, è sotto protettorato Onu dalla fine dei bombardamenti della Nato, nel 1999. L’intervento militare di fatto portò all’espulsione di gran parte della popolazione serba.

La forza Kfor schierata dalla Nato conta circa 17.000 uomini, un numero che potrebbe salire ancora, in base agli impegni assunti a Bruxelles.

Intanto, cresce l’attesa per il rapporto sullo status finale della provincia, che lunedì la troika formata da Unione europea, Russia e Stati Uniti, presenterà alle Nazioni Unite.