ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Bosnia sempre più vicina all'adesione all'Unione Europea.

Lettura in corso:

La Bosnia sempre più vicina all'adesione all'Unione Europea.

Dimensioni di testo Aa Aa

A Sarajevo l’Accordo di stabilizzazione e associazione è stato siglato dal premier bosniaco uscente Nikola Spiric e dal commissario all’allargamento Olli Rehn.

Tuttavia la sigla non ha il valore di una firma: le due parti approvano cioè il contenuto del testo, ma potrebbero ancora cambiare idea.

La riforma della polizia è una delle priorità sulle quali Sarajevo si impegna a lavorare, per superare le prossime tappe in vista dell’adesione.

Nulla è scontato neppure per la Serbia, che allo stesso modo ha già siglato, ma non firmato gli accordi.

E il procuratore capo del Tribunale penale internazionale per la ex Yugoslavia chiede a Bruxelles di mostrare fermezza con Belgrado.

“Karadzic e Mladic sono ancora in libertà – spiega Carla Del Ponte – La comunità internazionale non può accettare che questo tribunale chiuda le sue porte nel 2010 senza avere alla corte dell’Aja i principali responsabili del del genocidio di Srebrenica”.

Mladic è in Serbia ed è protetto, secondo la Del Ponte, che chiede dunque all’Unione europea di non firmare gli accordi fino a che Belgrado non collaborerà appieno con la giustizia internazionale.