ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sudan, l'insegnante inglese torna a casa

Lettura in corso:

Sudan, l'insegnante inglese torna a casa

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stata rilasciata e rientra in Gran Bretagna l’insegnante inglese arrestata in Sudan il 25 novembre. Condannata a 15 giorni di prigione per aver consentito ai suoi allievi di chiamare un orsetto di peluche come il profeta Maometto, Gillian Gibbons è stata graziata dal presidente sudanese, Omar el Bashir.

Il premier britannico Gordon Brown, che ha condannato l’arresto fin dal primo giorno, ha sottolineato che alla fine il buon senso ha avuto la meglio. Brown si è detto felice e sollevato per la liberazione. Il presidente sudanese ha concesso la grazia dopo un incontro con due parlamentari britannici musulmani, ma la tensione tra i due Paesi rimane alta sulla questione del Darfur e nelle prossime settimane il Consiglio di Sicurezza dell’Onu potrebbe considerare nuove sanzioni contro il Sudan. La notizia della liberazione dell’insegnante ha suscitato un’altra protesta di piazza a Khartoum – anche se di modesta entità – dopo quelle che si erano tenute nei giorni scorsi.