ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vigilia elettorale in Russia

Lettura in corso:

Vigilia elettorale in Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

Ultimi preparativi in vista del voto legislativo di domani in Russia. Oltre cento milioni di elettori sono chiamati a rinnovare la Duma, la camera bassa del parlamento. Per rispettare gli undici fusi orari del Paese, i primi seggi apriranno stasera nell’estremo oriente russo alle 23.00 ora di Mosca, gli ultimi chiuderanno 22 ore dopo nell’enclave baltica di Kaliningrad.

Preoccupa l’assenza di osservatori stranieri. Gli oppositori del Cremlino già denunciano violazioni delle norme elettorali. In questo fine settimana centinaia di tribunali resteranno aperti per decidere immediatamente su proteste e ricorsi. In ogni caso, è facile prevedere un plebiscito per il partito del Presidente Vladimir Putin, Russia Unita, che alle scorse elezioni, nel 2003, ottenne il 37 per cento dei consensi.

Questa volta la soglia di sbarramento è stata alzata dal 5 al 7% e forse solo un’altra formazione, quella comunista di Gennadi Zyuganov, ce la farà ad entrare nella Duma. Incerte le possibilità di riuscita di altri partiti, come gli ultranazionalisti guidati da Vladimir Zhirinowski. Per Jabloko, il gruppo liberale e filo-occidentale di Grigory Javlinski, sembrano poche le chance di superare la soglia del 7%. Altri esponenti dell’opposizione hanno invitato a boicottare il voto.