ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Svizzera, spot per scoraggiare l'immigrazione

Lettura in corso:

Svizzera, spot per scoraggiare l'immigrazione

Dimensioni di testo Aa Aa

La Svizzera non è il paradiso degli immigrati. E’ quanto cerca di spiegare una campagna mediatica promossa dalle autorità elvetiche. Uno spot trasmesso in Nigeria e Camerun all’ora di punta mostra un africano che telefona alla famiglia dall’Europa raccontando di trovarsi bene e di avere lavoro e casa, mentre in realtà vive per strada e chiede l’elemosina per sfamarsi. In Svizzera il tasso di disoccupazione è basso, ma la forza lavoro africana non è molto ricercata e se non si puo’ contare su un posto fisso, l’unica chance per restare è chiedere asilo politico, ma pochi ne hanno diritto.

Eduard Gnesa, direttore dell’Ufficio federale per l’immigrazione, dichiara: “Abbiamo scoperto che molti immigrati dalla Nigeria e dal Camerun non possono presentare alcun motivo per chiedere asilo. Cosi’ finiscono nell’illegalità, nel mercato nero e nello sfruttamento. Ed è quello che vogliamo evitare.”

L’iniziativa ha suscitato polemiche e accuse di razzismo. Ma secondo i responsabili è anche nell’interesse degli stranieri evitare false aspettative.