ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'esercito turco entra in Iraq per colpire ribelli del Pkk

Lettura in corso:

L'esercito turco entra in Iraq per colpire ribelli del Pkk

Dimensioni di testo Aa Aa

L’esercito turco è entrato nel nord dell’Iraq per colpire ribelli del Pkk. L’operazione è avvenuta dopo settimane di trattative diplomatiche della comunità internazionale per evitare un’incursione. Non si tratterebbe per ora dell’offensiva su vasta scala che Ankara annuncia da tempo. La sua portata sembra limitata.

I militari sono intervenuti a sud-est della località turca di Cukurca nella provincia di Hakkari, teatro già di scontri tra ribelli curdi e esercito turco, sconfinando in territorio iracheno. Il comando americano in Iraq ha detto di non avere notizie di azioni trasfrontaliere. Secondo lo stato maggiore di Ankara sono state inflitte pesanti perdite a una cinquantina di guerriglieri con mezzi aerei e artiglieria. Non è escluso l’uso di unità terrestri.

Dopo il via libera del parlamento a ottobre, venerdì il governo Erdogan aveva detto di aver autorizzato l’esercito a lanciare un’operazione oltre confine, nel Kurdistan iracheno, dove ritiene siano rifugiati 3000 ribelli. Baghdad e Washington hanno tentato di dissuadere Ankara, il presidente americano Bush aveva assicurato a Erdogan la condivisione di informazioni di intelligence sul Pkk.