ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mille agenti dispiegati nella periferia di Parigi, notte senza scontri

Lettura in corso:

Mille agenti dispiegati nella periferia di Parigi, notte senza scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stata una notte relativamente calma nella periferia parigina. Il massiccio spiegamento di forze dell’ordine – mille poliziotti in tenuta anti-sommossa – ha impedito un’altra notte di violenze. Gli scontri sono cominciati domenica nella periferia nord di Parigi e si sono estesi a Tolosa.

A Villiers-le-Bel, dove sono scoppiate le violenze, è arrivato ieri sera il primo ministro francese Francois Fillon. Il governo ha promesso la linea dura dopo che la battaglia della scorsa notte ha provocato il ferimento di un’ottantina di agenti, alcuni in modo grave.

“Sono venuto – ha detto Fillon – anche per sostenere i funzionari di polizia, i pompieri, i medici e tutte le persone che in condizioni così difficili si stanno adoperando per riportare la sicurezza sul territorio. Hanno bisogno di essere sostenuti e devono sapere che il governo è determinato a fare in modo che l’ordine sia ristabilito il prima possibile”.

La polizia temeva un’escalation degli scontri, dove per la prima volta hanno fatto la loro comparsa anche le armi da fuoco. Le violenze sono scoppiate dopo la morte di due adolescenti. I ragazzi si sono schiantati con la motoretta contro un’auto della polizia: secondo l’inchiesta, non avrebbero dato la precedenza dovuta. Intanto proseguono accertamenti ed arresti. Ieri sono stati fermati 13 giovani. Due degli otto arrestati domenica sono già stati condannati.