ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Annapolis, israeliani e palestinesi scettici sulle prospettive di pace

Lettura in corso:

Annapolis, israeliani e palestinesi scettici sulle prospettive di pace

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ottimismo che esce dall’Accademia navale di Annapolis fatica a contagiare israeliani e palestinesi, ormai abituati a non aspettarsi troppo dalle dichiarazioni di intenti.

Un fatalismo che in alcuni casi si trasforma in aperto cinismo, come dimostra un commento raccolto a Tel Aviv. “Per noi non significa niente. E’ una cosa che non interessa nessuno. La gente preferisce rimanere fuori, andare al bar…”.

Scettico anche il campo palestinese, dove la prospettiva di un accordo di pace che metta fine a decenni di sofferenze sembra ancora lontana. Così a Nablus: “Vorremmo che ci fossero dei risultati concreti. Perché in passato ci sono stati altri accordi, come quelli di Oslo, o di Camp David, o la road map. Ma non sono stati accompagnati da risultati concreti. Non c‘è stata nessuna flessibilità da parte degli israeliani o degli americani”.

Almeno su un punto sono tutti d’accordo. Per sapere se questa volta si fa sul serio, bisognerà aspettare.