ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Rudd: "investiremo nel futuro dell'Australia"


mondo

Rudd: "investiremo nel futuro dell'Australia"

Finisce l’era Howard. Il futuro per l’Australia si chiama Kavin Rudd. Si presenta così, in maniera entusiastica, il vincitore delle legislative. Assicurando che, dopo 11 anni di governo conservatore, si volta pagina e si guarda al futuro. I laburisti si sono imposti con quasi il 53% dei voti. “Saremo la generazione che coglie le opportunità di oggi per investire sull’Australia di domani” ha detto Rudd difronte ai suoi sostenitori. “E’ questa la missione che avremo come prossimo governo del Paese. Ma voglio che venga affrontata lavorando insieme. Da domani, e lo dico alla mia squadra, ci rimboccheremo le maniche. Siamo pronti a un lavoro duro, siamo pronti per un lungo cammino. Intanto se volete potete prendervi il tempo per una bella tazza di tè”.

Una volta noti i risultati delle urne, le contrapposizioni della campagna elettorale si sono sciolte in un reciproco riconoscimento fra i candidati. Rudd ha sottolineato il fondamentale contributo che John Howard ha dato al Paese e ha chiesto l’aiuto dei conservatori per riforme prioritarie come quella del sistema educativo. Ma il tema forte della campagna è stato l’Iraq e la promessa di ritiro delle truppe fatta da Rudd. Il quale tuttavia, nel primo discorso, ha ribadito la storica amicizia con gli Stati Uniti.

Altro argomento delicato, il surriscaldamento del pianeta. Anche in questo caso, cavallo di battaglia durante i comizi di Rudd e citato fra le priorità nel discorso difronte ai suoi sostenitori. Il leader laburista promette di sottoscrivere il protocollo di Kyoto. L’Australia, insieme agli Usa, è il solo Paese industralizzato a non aver ancora ratificato il documento.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Finisce l'era Howard, Rudd verso la vittoria