ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arrestato il leader dell'opposizione Kasparov, a una settimana dalle legislative

Lettura in corso:

Arrestato il leader dell'opposizione Kasparov, a una settimana dalle legislative

Dimensioni di testo Aa Aa

Una manifestazione di protesta contro Vladimir Putin e per chiedere “elezioni giuste”. E’ finita con una serie d’arresti, primo fra tutti quello di Garry Kasparov. Il leader del partito d’opposizione l’Altra Russia era sceso in piazza a Mosca a capo di una marcia che ha riunito fra le due mila e le tre mila persone. Fianco a fianco c’erano i sostenitori del movimento guidato dell’ex campione del mondo di scacchi e i militanti dell’estrema sinistra del partito nazional-bolscevico guidati da Eduard Limonov.

I manifestanti sono stati fermati mentre tentavano di raggiungere la sede della Commissione Elettorale Centrale con l’intenzione di denunciare la non equità delle elezioni legislative che si terranno il 2 dicembre. L’accusa della polizia, respinta dagli organizzatori della manifestazione, è quella di aver attentato all’ordine pubblico.

Non è la prima volta che Kasparov, candidato alle presidenziali di marzo, viene arrestato durante le sue marce anti-Putin. L’episodio fa parte del clima non disteso nel quale si svolge la campagna per le legislative e per le presidenziali, alle quali non potranno partecipare gli osservatori dell’Osce.

E mentre la comunità internazionale si domanda che ruolo esattamente avrà il Presidente Vladimi Putin alla fine di questo che è il suo secondo e ultimo mandato, tutti i sondaggi lo danno per largamente favorito. Di fronte al Cremlino, mentre il leader dell’opposizione veniva arrestato, si è svolta una manifestazione di sostegno al Presidente.