ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fiamminghi e walloni votano insieme contro proposta degli estremisti del Vlaams Belang

Lettura in corso:

Fiamminghi e walloni votano insieme contro proposta degli estremisti del Vlaams Belang

Dimensioni di testo Aa Aa

L’idea shock dell’estrema destra fiamminga: votare in parlamento lo smembramento del Belgio, ha avuto il merito di mettere dalla stessa parte fiamminghi e walloni. I due campi hanno votato, insieme, contro la messa all’ordine del giorno della proposta. Un gesto pacificatore che però non cancella cinque mesi di negoziati infruttuosi per la formazione del nuovo governo.

Il liberale francofono Didier Reynders del Movimento riformatore, ridimensiona il senso di questo voto unanime con i centristi fiamminghi: “Abbiamo evitato di nuovo un gesto che certamente non andava nella giusta direzione. Non c‘è nulla di straordinario. E’ normale che non si voti la presa in considerazione di un testo che preconizza la fine del Belgio”.

I francofoni non mandano giù la decisione presa dai fiamminghi di dividere la circoscrizione elettorale di Bruxelles-Hal-Vilvorde che priva gli elettori francofoni residenti alla periferia di Bruxelles della possibilità di votare per liste francofone della capitale, come ha spiegato in aula il deputato socialista francofono Yavan Mayeur.

Quest’atto ha portato sul binario morto la trattativa per la formazione di un nuovo esecutivo, mentre i cittadini, soprattutto francofoni, scendono in piazza per difendere l’identità e l’unità del Belgio. Domenica erano in più di trentamila a Bruxelles. Semplici cittadini, cui ha fatto eco il movimento degli studenti.