ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una ricorrenza trascina i venezuelani in piazza sia a favore sia contro Chavez

Lettura in corso:

Una ricorrenza trascina i venezuelani in piazza sia a favore sia contro Chavez

Dimensioni di testo Aa Aa

La Giornata dello Studente, che in Venezuela commemora una battaglia contro la dittatura militare, è stata l’occasione ieri per grandi manifestazioni pro e contro Hugo Chavez. Gli oppositori del presidente invitano a votare No, il 2 dicembre, al referendum sulle riforme costituzionali.

“Pensiamo che sia il momento di opporci non al governo ma alle limitazioni della nostra libertà – afferma lo studente Zon Goicochea -. Non di opporci al governo ma alla concentrazione del potere nelle mani di una sola persona”.

La riforma consentirebbe a Chavez di candidarsi quante volte vuole, introdurrebbe poteri straordinari in caso d’emergenza ma prevede anche una riduzione dell’orario di lavoro e il miglioramento di certi servizi sociali.

Il capo dello Stato gode di un ampio sostegno popolare. “Voteremo sì, conviene votare sì – dice entuasiasta una signora -. Appoggiamo Chavez da otto anni e tutti i progetti che ha realizzato finora hanno portato benefici al popolo”.

Secondo i sondaggi il Sì dei pro-Chavez è destinato a prevalere sul No con 10 o addirittura 15 punti di scarto.

Ma il 40% dei venezuelani sarebbero ancora indecisi.