ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sconfitta elettorale in vista per premier australiano Howard

Lettura in corso:

Sconfitta elettorale in vista per premier australiano Howard

Dimensioni di testo Aa Aa

Si fa sempre più probabile la sconfitta del premier John Howard alle elezioni di sabato in Australia. Sul destino del leader conservatore, 68 anni, pende un ingombrante scandalo che ha visto coinvolti alcuni membri del suo partito, quello liberale, il principale della coalizione di governo. Sono stati sorpresi mentre distribuivano volantini falsi dove un inesistente partito islamico elogia i laburisti per il sostegno agli estremisti islamici. “Non ho nulla a che fare con questo – ha detto Howard – lo sapete, e il partito Laburista lo sa. Non ho nulla a che fare con questo e appena ne ho avuto notizia, ho condannato l’atto”.

A dargli filo da torcere ci sta pensando il leader dell’opposizione laburista Kevin Rudd. 50 anni, sette anni di carriera dipomatica alle spalle, Rudd promette una nuova Australia. E punta su ambiente e ritiro dall’Iraq: “Voglio che l’Australia guidi la lotta contro povertà, malattie e sottosviluppo, ad iniziare dalla nostra regione, dai nostri quartieri, dal nostro cortile – ha detto Rudd. E sull’Iraq, è giunta l’ora di mettere in pratica una strategia di uscita per le nostre forze”.

Per Howard, strenuo alleato di Washington, al governo da oltre 11 anni, ci sono poche possibilità di ottenere un quinto mandato, nonostante la buona performance economica ottenuta. Rudd lo accusa però di non essere riuscito a capire le vere sfide dell’Australia, incluse quelle poste dalla crescita di Cina e India.