ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan: Musharraf verso la proclamazione ufficiale alla presidenza, l'opposizione divisa sulle legislative

Lettura in corso:

Pakistan: Musharraf verso la proclamazione ufficiale alla presidenza, l'opposizione divisa sulle legislative

Dimensioni di testo Aa Aa

L’opposizione pachistana ha perso la partita sulla legittimità delle presidenziali e ora è divisa sulle prossime legislative.
Pervez Musharraf potrà restare in carica secondo la corte costituzionale da lui rimaneggiata dopo la proclamazione dello stato d’emergenza: non sono incompatibili il suo doppio ruolo di capo delle forze armate e di capo dello Stato. Ma Musharraf aveva comunque promesso di rinunciare alla divisa.

Imran Khan, l’ex campione di cricket appena uscito dal carcere ha esortato al boicottaggio delle legislative di gennaio. “Queste elezioni” ha detto Khan, che è leader di un piccolo partito di opposizione, “devono essere boicottate perché sono solo un imbroglio. Senza un sistema giudiziario credibile e con lo stato di emergenza ancora in piedi, i media imbavagliati e la costituzione sospesa come si possono tenere elezioni credibili?”.

Di parere diverso l’ex premier Benazir Bhutto che ha autorizzato i candidati del suo partito del popolo pachistano a presentarsi. Ma non ha escluso che possano ritirarsi: se il boicottaggio verrà deciso da tutta l’opposizione. Bhutto ha detto che partecipare alle elezioni serve a fare in modo che eventuali brogli non vengano nascosti e ha precisato che le candidature sono state presentate in una fase di protesta.

L’opposizione chiede la revoca dello stato di emergenza in base al quale migliaia di persone sono state arrestate. Cinquemila sono gli oppositori liberati negli ultimi giorni. Ma Musharraf ha ribadito che la misura resterà in vigore anche durante le elezioni.