ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disagi nei trasporti francesi verso la fine

Lettura in corso:

Disagi nei trasporti francesi verso la fine

Dimensioni di testo Aa Aa

Fine del caos nei trasporti più vicina in Francia. Molte assemblee locali dei ferrovieri hanno infatti deciso di sospendere la protesta che da quasi dieci giorni blocca il Paese. Gran parte di treni a lunga percorrenza, bus, tram e metropolitana ha ripreso a circolare. “Per ora sospendiamo la protesta – dice un ferroviere. Ma siamo attenti e vigili sui prossimi negoziati”.

A favorire la svolta, alcuni risultati raggiunti in seno alle trattative tra governo e sindacati. Trattative che, comunque, devono riprendere. Lo scontro sulla riforma dei regimi speciali delle pensioni voluta dal presidente Nicolas Sarkozy, è costata all’economia francese, secondo il governo, centinaia di milioni di euro al giorno.

L’agitazione, iniziata il tredici novembre, ha causato forti disagi soprattutto ai pendolari di Parigi. “E’ durato troppo – dice un uomo. Non fa bene ai passeggeri e nemmeno al Paese”. “Tanto meglio -afferma una cittadina – ma spero che le rivendicazioni dei ferrovieri saranno ascoltate”.

Per Sarkozy, arrivato alla presidenza con la promessa di riforme, questo è il primo vero duro banco di prova. La protesta non ha riguardato solo i mezzi pubblici, ma anche il settore del pubblico impiego e le università.