ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Belgio in piazza per l'unità


mondo

Belgio in piazza per l'unità

In 35mila la in piazza a Bruxelles per manifestare a favore dell’unità del Belgio. Hanno risposto all’appello lanciato via internet da una funzionaria statale di Liegi. Fiamminghi e walloni, soprattutto walloni per la verità, con i colori della bandiera nazionale, nero-giallo-rosso, hanno accompagnato i manifestanti che hanno consegnato al presidente del senato le 140mila firme raccolte in 3 mesi.

“Le fiandre non vogliono la secessione – dice una dimostrante francofona- Vogliono solo un po’ più di autonomia. Se ne può discutere. Non credo che vogliano dividere il Belgio”.

“Credo che sia anche nell’interesse dei fiamminghi essere qui- dice un abitante delle Fiandre – Io non faccio parte di nessun partito, sono venuto per sostenere un appello nato dalla società civile”.

“Io sono francofono, sono sposato con una donna delle fiandre occidentali e ne vado orgoglioso e sono molto felice: dobbiamo restare tutti insieme”.

La società civile esprime la propria insofferenza visto che da 5 mesi il paese è senza governo e non è mai stato così vicino all’implosione. La manifestazione è stata indetta per dimostrare che l’identità belga è una realtà, malgrado i fiamminghi esigano di trasformare le istitituzioni in senso confederativo e i francofoni li accusino di tramare per la secessione.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Thaci: da capo guerriglia a trionfatore delle elezioni in Kosovo