ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi: non ci sono le condizioni per il dialogo con il governo

Lettura in corso:

Berlusconi: non ci sono le condizioni per il dialogo con il governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo Prodi ha incassato l’approvazione della finanziaria al Senato, la famigerata “spallata” del centro destra non c‘è stata. Ora torna in primo piano la questione delle riforme. Ma il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi resta sulla linea dello scontro e rifiuta ogni ipotesi di dialogo con la maggioranza. La parola d’ordine è “subito al voto” e Berlusconi nel pomeriggio di ieri si è recato in uno dei gazebo in cui il suo partito raccoglie le firme per tornare alle urne. “In questo momento credo che non ci siano le condizioni per aprire un dialogo anche perchè dall’altra parte ci sono tente posizioni diverse e non una posizione precisa”.

Ma la lettera aperta di Gianfranco Fini al Corriere introduce nuovi elementi. Il “basta” invocato dal leader di Alleanza Nazionale contro gli annunci roboanti del suo alleato e la convergenza sulla priorità di cambiare la legge elettorale, lascia inamovibile il Cavaliere. Ma alcune sue dichiarazioni fanno trapelare un certo possibilismo. Che però sembra dettato dal rischio – reale – di rimanere isolato.

Il governo di Romano Prodi comunque, sempre secondo Berlusconi, sarebbe solo riuscito a rinviare la crisi. Certo è che il modo in cui Lamberto Dini si è smarcato e sta chiedendo un cambio del quadro politico non aiuta a vedere un futuro tranquillo per l’esecutivo.